Archivio notizie SINAL
Archivio Notizie SINAL - anni 1996/2004

INDICE
XIX Congresso Nazionale di Chimica Analitica
Presenza del SINAL ad Expoqualità 2005
Giornata informativa ANGQ-SINAL
Presenza SINAL a QUALITALY
ENEL: le prove devono essere affidate a laboratori accreditati
Regione Veneto: finanziamento per certificazione e accreditamento
La qualità della misura in Chimica dell'Ambiente e dei Beni Culturali
XVIII Congresso Nazionale di Chimica Analitica
Massa 2004
Incontri SINAL-Ispettori e SINAL-Laboratori 2003
Metrologia e Qualità - Torino
Seminario INCA
Incertezza di Misura nelle Prove Meccaniche
Sconto Corso UNICHIM
Offerta abbonamento a TUTTO_MISURE
Presenza del SINAL ad Expoqualità
Mozzarella STG - Le prove devono essere affidate a laboratori accreditati
Guide EA
Firmato l'accordo di mutuo riconoscimento ILAC
Expoqualità
Aggiornamento del piano di transizione da EN 45001 a EN ISO/IEC 17025
Servizio sui materiali di riferimento
Abbiamo dovuto rispondere NO
Offerta speciale UNI
Uso del marchio degli organismi di certificazione
Omologazione strumenti di misura della velocità degli autoveicoli

Maggio 2005

XIX Congresso Nazionale di Chimica Analitica

La Divisione di Chimica Analitica della Società Chimica Italiana organizza il
Congresso, che si svolgerà a Pula, Cagliari, dall'11 al 15 settembre 2005.

Torna all'indice

Maggio 2005

Presenza del SINAL ad Expoqualità

Nell'ambito della fiera
Expoqualità, che si svolgerà a Parma dal 18 al 22 ottobre 2005, il SINAL sarà presente con uno stand congiunto con SINCERT e SIT.
Fiere di Parma ha deciso di praticare uno sconto particolare, sul costo dello stand preallestito, a tutti i laboratori accreditati che decideranno di partecipare alla mostra-convegno.

Torna all'indice

Maggio 2005

Giornata informativa ANGQ-SINAL

Il 31 maggio 2005 alle ore 10, presso il Centro Convegni "Palazzetto delle Carte Geografiche", Via Napoli 36, Roma, si terrà un incontro informativo sul tema: I laboratori di analisi per l'autocontrollo nelle industrie alimentari: il mantenimento della registrazione negli elenchi regionali. Scarica la
locandina.


Torna all'indice

Maggio 2005

Presenza SINAL a QUALITALY

Il 12 maggio 2005 al Centro Congressi Quark, Via Lampedusa 11/a, Milano, si svolgerà la giornata di formazione QUALITALY, a cui partecipa il SINAL. Scarica la
locandina.


Torna all'indice

Novembre 2004

ENEL: le prove devono essere affidate a laboratori accreditati

I documenti ENEL DK 5600 (Criteri di allacciamento di clienti alla rete mt della distribuzione) e DK 5950 (Criteri di allacciamento di tetti fotovoltaici alla rete bt di distribuzione) richiedono che le prove di conformità vengano effettuate da laboratori accreditati da enti, come il SINAL, facenti capo all'European cooperation for Accreditation (EA).


Torna all'indice

Settembre 2004

Regione Veneto: finanziamento per certificazione e accreditamento

Con DGR n. 2590 del 6 agosto 2004 è stato approvato il bando relativo alla LR 8/97 articoli 2 lettera b) e 4 per il finanziamento dei sistemi di qualità. La scadenza dei bandi è fissata all'8 ottobre 2004; sono a disposizione 4,69 milioni di euro.
Beneficiari
Sono ammesse alle agevolazioni le PMI aventi sede operativa nel territorio della regione, anche artigiane.
Interventi ammissibili
... Sono altresí ammessi a contributo gli interventi, di importo superiore a euro 5165, che riguardano le forme di certificazione di qualità riconosciute per l'accreditamento dei laboratori di prova e di taratura di cui alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2000, ...
da Italia Oggi Sette del 20-09-2004


Torna all'indice

Settembre 2004

La qualità della misura in Chimica dell'Ambiente e dei Beni Culturali - Workshop di studio

Il 10 e 11 Novembre si terrà preso la Sala Parravano del Dipartimento di Chimica dell'Università La Sapienza a Roma, il Workshop, finalizzato a diffondere la cultura della qualità della misura fra i ricercatori chimici, in particolare operanti nel settore dell'Ambiente e dei Beni Culturali.
E' disponibile il
programma (PDF 104 kB).


Torna all'indice

Maggio 2004

XVIII Congresso Nazionale di Chimica Analitica - 19-23 settembre 2004

Dal 19 al 23 Settembre la Divisione di Chimica Analitica della Società Chimica Italiana organizza presso l'Università di Parma il
XVIII Congresso Nazionale di Chimica Analitica, che, pur avendo come focus la sicurezza alimentare, riguarderà tutti i settori di intervento della Chimica Analitica.


Torna all'indice

Maggio 2004

Massa 2004 - 26-30 settembre 2004

Dal 26 al 30 Settembre la Società Chimica Italiana e l'Università di Bari organizzano
Massa 2004, convegno internazionale sulla spettrometria di massa. Il Convegno è rivolto a ricercatori del mondo accademico e di strutture pubbliche e private interessati allo stato dell'arte nel campo delle più moderne tecniche di spettrometria di massa e del loro ruolo in settori di interesse strategico quali: biotecnologie, agro-alimentare, ambiente, diagnostica medica e materiali.


Torna all'indice

Settembre 2003

Incontri SINAL-Ispettori e SINAL-Laboratori

Nel mese di Settembre si sono tenuti: gli incontri SINAL-Ispettori, di cui è disponibile il
verbale e gli incontri con i Laboratori Accreditati: gli argomenti trattati sono riportati nel verbale.


Torna all'indice

Febbraio 2003

Metrologia e Qualità - Torino

Dal 25 al 27 febbraio 2003 si svolgerà a Torino il Terzo Congresso Metrologia e Qualità, nell'ambito del quale è previsto, martedì 25 febbraio, il Convegno SINCERT-SINAL.
(programma manifestazione).


Torna all'indice

Ottobre 2002

Seminario INCA

Il Consorzio Interuniversitario Nazionale "La Chimica per l'Ambiente" organizza, il 7 e 8 novembre, a Venezia un seminario dal titolo: CONTROLLO AMBIENTALE DELLA DIOSSINA E DEI CONTAMINANTI ORGANICI PERSISTENTI (POP'S): ESPERIENZE EUROPEE E STATUNITENSI
(programma e iscrizione).


Torna all'indice

Ottobre 2002

Incertezza di Misura nelle Prove Meccaniche

La ASSOCIAZIONE ITALIANA DI METALLURGIA, in collaborazione con il CESI, organizza un seminario sulla incertezza di misura nelle prove meccaniche il seminario si terrà: il 7 novembre a Milano.
(programma e iscrizione).


Torna all'indice

Luglio 2001

Sconto Corso UNICHIM

UNICHIM organizza, il 26 settembre 2001, il corso Valutazioni sull'attendibilità dei risultati e sull'operatività in un laboratorio di microbiologia. Il
Programma é visibile sul sito www.unichim.it.
Per i dipendenti di laboratori accreditati SINAL e gli ispettori tecnici SINAL, UNICHIM offre una riduzione della quota di partecipazione a 217 Euro + IVA (sconto 30 %).
Per usufruire dello sconto, valido fino ad esaurimento della disponibilità dei posti, i laboratori e gli ispettori dovranno comunicare al SINAL, via fax od e-mail, i nominativi dei partecipanti e gli estremi per la fatturazione.
Il SINAL provvederà ad inoltrare ad UNICHIM le informazioni.


Torna all'indice

Luglio 2001

Offerta abbonamento a TUTTO_MISURE

La AUGUSTA EDIZIONI MORTARINO offre ai laboratori accreditati ed in fase di accreditamento SINAL, ed agli ispettori SINAL che si abboneranno entro settembre 2001, l'abbonamento alla rivista TUTTO_MISURE, (4 numeri / anno, costo 68.000),
alla tariffa speciale di 54.400 (sconto 20 %).

Inoltre, gli abbonati avranno accesso gratuito a tutte le parti del portale
www.qualitaly.com, su cui, tra breve, saranno messe on-line tutte le rivistte edite da AUGUSTA, accessibili gratuitamente per gli abbonati.
Per abbonarsi, inoltrare via fax (011-669.23.68) all'Augusta copia del bollettino postale, relativo al versamento di . 54.400 (c/c postale n. 10271153 intestato ad AUGUSTA srl Villanova Monferrato) specificando l'abbonamento a TUTTO_MISURE, ed allegando:

Torna all'indice

Luglio 2001

Presenza del SINAL ad Expoqualità

Nell'ambito della fiera
Expoqualità, che si svolgerà a Parma dal 12 al 15 settembre 2001, il SINAL sarà presente con uno stand, e parteciperà al convegno n.8: Certificazione e accreditamento, giovedí 13 dalle 11 alle 13, con una illustrazione dei requisiti SINAL per l'accreditamento con riferimento alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Torna all'indice

Luglio 2001

Specialità Tradizionale Garantita "Mozzarella": le prove devono essere affidate a laboratori accreditati

Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha emesso il
Decreto 28 giugno 2001, Approvazione del piano di controllo e del prospetto tariffario relativi alla STG "Mozzarella" registrata in ambito Unione Europea ai sensi del regolamento (CEE) n. 2082/92, pubblicato sulla G.U. n. 160 del 12-07-2001.
Il comma 10 dell'allegato (piano dei controlli) riporta il seguente testo:
Le prove da eseguirsi sui prodotti devono essere affidate a laboratori accreditati a fronte della norma UNi CEI EN 45001 relativamente alle specifiche prove da effettuare, o, in caso di indisponibilità di tali accreditamenti, in laboratori qualificati dalla struttura di controllo.

Torna all'indice

Luglio 2001

Guide EA

Alcune guide EA sull'applicazione della EN 45001 a vari settori di prova, consigliate dal SINAL, sono state revocate il 31-12-2000, ma continuano ad essere disponibili sul sito
WEB dell'EA.
Anche se formalmente superati, questi documenti contengono comunque informazioni utili per i laboratori, e quindi il SINAL continua a consigliarne l'utilizzo, in attesa dell'emissione di revisioni o nuove guide.

Torna all'indice

Marzo 2001

Firma dell'accordo ILAC

Il 2 novembre 2000, a Washington è stato siglato l'accordo internazionale ILAC, firmato da 36 Organismi di accreditamento di laboratori di 28 Paesi.
I rapporti di prova ed i certificati di taratura emessi da un laboratorio accreditato da uno degli organismi che partecipano all'accordo saranno riconosciuti da tutti gli altri organismi di accreditamento che hanno firmato.

Accreditation Body Economy Scope
National Association of Testing Authorities, Australia (NATA) Australia Testing & Calibration
BELTEST and BKO/OBE Belgium Testing & Calibration
Diretoria de Credenciamento e Qualidade/Instituto Nacional de Metrologia, Normalizacao e Qualidade Industrial (INMETRO) Brazil Testing & Calibration
Standards Council of Canada (SCC) Canada Testing & Calibration
China National accreditation Committee for Laboratories (CNACL) People's Republic of China Testing & Calibration
Czech Accreditation Institute, o.p.s. (CAI) Czech Rep Testing & Calibration
Danish Accreditation (DANAK) Denmark Testing & Calibration
Finnish Accreditation Service Centre for Metrology and Accreditation Finland Testing & Calibration
Comite Francais d'Accreditation (COFRAC) France Testing & Calibration
Deutsches Akkreditierungssytem Prufwesen (DAP) Germany Testing
Deutsche Akkreditierungsstelle (DACH) Germany Testing
Physikalisch-Technische Bundesanstalt (PTB) Germany Calibration
Deutsche Akkreditierungsstelle fur Technik (DATech) Germany Testing
Hong Kong Accreditation Service (HKAS) Hong Kong, China Testing & Calibration
National Accreditation Board for Testing and Calibration Laboratories India Testing & Calibration
The Irish National Accreditation Board (NAB) Ireland Testing & Calibration
Sistema Nazionale per l'Accreditamneto (SINAL) Italy Testing
Servizio de Taratura en Italia (SIT) Italy Calibration
Japan Accreditation Board for Conformity Assessment (JAB) Japan Testing
Japan Calibration Service Systems (JCSS) Japan Calibration
Japan National Laboratory Accreditation System (JNLA) Japan Testing
Korea Laboratory Accreditation Scheme (KOLAS) Republic of Korea Testing
Dutch Accreditation Council RvA The Netherlands Testing & Calibration
International Accreditation New Zealand (IANZ) New Zealand Testing & Calibration
Norwegian Accreditation Norway Testing & Calibration
Singapore Accreditation Council (SAC) Singapore Testing & Calibration
South African National Accreditation System (SANAS) South Africa Testing & Calibration
Entidad Nacional de Acreditacion (ENAC) Spain Testing & Calibration
Swedish Board for Accreditation and Conformity Assessment (SWEDAC) Sweden Testing & Calibration
Swiss Accreditation Services (SAS) Switzerland Testing & Calibration
Chinese Natinal Laboratory Accreditation (CNLA) Chinese Taipei Testing & Calibration
United Kingdom Accreditation Service (UKAS) United Kingdom Testing & Calibration
American Association for Laboratory Accreditation (A2LA) USA Testing & Calibration
National Voluntary Laboratory Accreditation program (NVLAP) USA Testing & Calibration
ICBO Evaluation Service, Inc USA Testing & Calibration
Vietnam Laboratory Accreditation Scheme (VILAS/STAMEQ) Vietnam Testing & Calibration

Torna all'indice

Marzo 2001

Expoqualità

Dal 12 al 15 settembre 2001 si terrà a Parma, presso la Fiera di Parma, la seconda edizione di EXPOQUALITÀ, mostra di prodotti e servizi per la qualità, i controlli, la sicurezza, la certificazione.
La prima edizione ha avuto 180 espositori, oltre 30 convegni affollatissimi e ben 11 000 visitatori

Torna all'indice

Luglio 2001

Aggiornamento del piano per la transizione da EN 45001 a EN ISO/IEC 17025.

E` stata aggiornata la tempistica prevista per la transizione alla nuova norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025, che sostituisce la EN 45001.
Le verifiche saranno condotte con riferimento a tutti i requisiti della nuova norma, e la conformità ai nuovi requisiti sarà gestita con le seguenti tempistiche:

  • 1 Luglio - 30 Settembre 2001
    Accreditamento, sorveglianza, riaccreditamento
  • 1 Ottobre 2001 in poi
    Accreditamento, sorveglianza, riaccreditamento
    Non è necessario (ma opportuno per chi deve emettere un nuovo manuale) che la struttura dei manuali della qualità segua i capitoli della nuova norma: è richiesto che tutti i requisiti applicabili siano contenuti nel manuale, e che sia introdotta una tabella di correlazione dei capitoli del manuale con quelli della norma.
    Torna all'indice

    Gennaio 2001

    Informazioni sui materiali di riferimento - Nuovo servizio SINAL per i laboratori accreditati.

    L'impiego di materiali di riferimento certificati (CRM) è di grande importanza per i laboratori di prova, sia per la riferibilità dei risultati che per la validazione dei metodi di prova.
    Il SINAL ha quindi ritenuto opportuno istituire (avvalendosi della consulenza della Dr.ssa Del Monte) un servizio di informazioni sulla disponibilità di tali materiali a partire dal 15 gennaio 2001.
    Tutti i Laboratori Accreditati ed in corso di accreditamento potranno ottenere gratuitamente tali informazioni indirizzando la richiesta al SINAL, Dr.ssa Del Monte, via fax (06 8841199) od e-mail (
    info@sinal.it).


    Torna all'indice

    Marzo 2001

    Abbiamo dovuto rispondere No.

    Il SINAL riceve regolarmente richieste di informazioni circa l'esistenza di Laboratori Accreditati in Italia per specifiche prove, ma non sempre è possibile rispondere positivamente.
    Diamo qui notizia relativa ad alcune richieste per le quali non è stato possibile rispondere positivamente, ricordando ai Laboratori che è possibile richiedere estensioni dell'accreditamento a nuove prove e/o prodotti, con le modalità indicate nel documento SINAL PG-0001.


    Torna all'indice

    Dicembre 2000

    Offerta speciale UNI per i Laboratori accreditati,

    E' disponibile presso l'UNI la Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 - 'Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura', al prezzo di lire 106.000 + IVA.
    Il SINAL ha concordato con l'UNI il prezzo speciale di lire 53.000 + IVA, riservato ai laboratori accreditati ed in corso di accreditamento. L'offerta è valida fino al 31 dicembre 2000.
    L'ordine va effettuato inviando all'UNI la cedola che trovate al seguente link
    (PDF 13Kb), ed inoltre:


    Torna all'indice


    Ottobre 2000

    I laboratori certificati ISO 9000 non possono utilizzare il marchio dell'organismo di certificazione sui rapporti di prova e taratura.

    L'EA ha emesso, a settembre 2000, il documento EA-7/01, EA Guidelines on the Application of EN 45012. Al punto 3.5.7. di tale documento viene ammessa la certificazione dei sistemi qualità di laboratori di prova e di taratura, ma dovrebbe essere chiarito al cliente che la certificazione non è equivalente all'accreditamento del laboratorio.
    Un organismo di certificazione non deve permettere l'utilizzo del suo marchio sui rapporti di prova e di taratura, in quanto questi rapporti, in questo contesto, sono assimilabili a prodotti.
    Il SINCERT ha evidenziato questo requisito nella circolare n. 2000TCE160T, inviata a tutti gli Organismi di Cetificazione dei sistemi di qualità aziendali


    Torna all'indice

    Ottobre 2000

    Omologazione degli strumenti di misura della velocità degli autoveicoli.

    L'Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale del Ministero dei Lavori Pubblici ha comunicato che sta predisponendo il capitolato tecnico per l'omologazione degli strumenti di misura della velocità degli autoveicoli, che prevederà per detti strumenti l'esecuzione delle prove previste nella raccomandazione OIML R91 con periodicità quinquennale, ossia in fase di approvazione di tipo e di rinnovo dell'omologazione.
    E' intenzione dell'Ispettorato richiedere a tutti gli interessati di avvalersi per dette prove di laboratori accreditati dal SINAL o da organismi riconosciuti nell'ambito dell'accordo multilaterale EA. Per quanto riguarda l'indicazione della velocità, la taratura degli strumenti sarà affidata a Centri di taratura SIT.
    Si prevede che il capitolato sia adottato, con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, a partire dal 1° gennaio 2001.


    Torna all'indice

    Novembre 2000

    Incertezza di misura.

    Nel corso del mese di novembre il SINAL organizza, con la collaborazione di UNICHIM, una serie di corsi sull'incertezza di misura nelle prove chimiche dedicati ai laboratori accreditati ed agli ispettori tecnici.
    Data la limitata disponibilità di posti, sono stati inviati inviti personalizzati per le date definite con la limitazione ad una persona per ogni laboratorio.
    Il programma prevede:


    Torna all'indice

    Novembre 2000

    METROLOGIA IN CHIMICA: L'ATTIVITA' DEI LABORATORI DELL'UNIONE EUROPEA

    L'istituto di Metrologia "Gustavo Colonnetti" e l'istituto Elettrotecnico Nazionale "Galileo Ferraris" organizzano a Torino un seminario il giorno 21 novembre alle 14,30.


    Ottobre 2000

    Regione Veneto: Contributi ai laboratori di prova e taratura.

    Si informa che dal 20.11.2000 al 30.11.2000 i laboratori di prova e taratura, localizzati nella Regine Veneto, possono richiedere contributi a fondo perduto (nella misura del 10% del costo sostenuto) per l'acquisto di apparecchiature necessarie all'esecuzione di prove/tarature per conto terzi.
    Link utili:
    Bando ftp://ftp.regione.veneto.it/pub/bandi/dir.industria/Lr_3_97/bando2000/procedure/All3.doc.
    Modulistica ftp://ftp.regione.veneto.it/pub/bandi/dir.industria/Lr_3_97/modulistica/.
    Scadenze ftp://ftp.regione.veneto.it/pub/bandi/dir.industria/Lr_3_97/art8/II^bando2000/decreto%20213_%202000%20.doc.
    Testo della l.r. n. 3/1997 http://www.consiglio.regione.veneto.it/leggi/1997/RTF/97lr0003.rtf.


    Maggio 2000

    Incontri SINAL-Ispettori e SINAL-Laboratori

    Il 17 aprile scorso si è tenuto l'incontro SINAL-Ispettori, di cui è disponibile il verbale; nei giorni 18 e 19 aprile si sono svolti gli incontri con i Laboratori Accreditati: gli argomenti trattati sono riportati nel verbale.


    Settembre 2000

    Aggiornamento documentazione SINAL.

    A seguito dell'introduzione della ISO 17025, il SINAL sta revisionando la documentazione; tale documentazione sarà resa disponibile sul sito dopo l'emissione da parte dell'UNI della nuova norma in italiano.


    Agosto 2000

    UNI CEI ENV 13005: "Nuova" norma sull'incertezza di misura.

    L'UNI ha pubblicato la UNI CEI ENV 13005:2000, "Guida all'espressione dell'incertezza di misura".
    Questa norma sostituisce la UNI CEI 9:1997, di cui riprende integralmente il testo, modificandone soltanto le pagine di copertina e di premessa a seguito del recepimento della Guida ISO come norma europea sperimentale.


    Luglio 2000

    Quick Link.

    Sul modello dei grandi indici di rete (un nome per tutti: Yahoo), Q&C ha creato "Quick Link" (http://www.qec.it), un "indice" di tutti i siti rilevanti in materia di Qualità, Sicurezza, Ambiente e Tutela del Consumatore. I siti (al momento circa 600) si trovano organizzati per categorie e sottocategorie, e sono accompagnati da una breve recensione.
    "Quick Link" è uno strumento ideale per tutti gli operatori o semplicemente gli interessati che vogliono arrivare RAPIDAMENTE alle informazioni disponibili sul web. Finanziamenti, corsi di formazione, società di consulenza, organismi di certificazione, laboratori e centri di taratura, tutte le opportunità e gli interlocutori del mondo Qualità, Sicurezza e Ambiente sono segnalati su Quick link.
    I laboratori accreditati che hanno un sito internet e non sono ancora elencati possono inviare le informazioni a info@qec.it.
    Si ricorda che sito www e e-mail, se comunicate (info@sinal.it), vengono anche inserite sul sito internet del SINAL.


    Luglio 2000

    Riduzione tariffe.

    Il SINAL prosegue nella propria politica tesa a migliorare il servizio offerto ai laboratori sia dal punto di vista dei costi sia della preparazione tecnica dei propri ispettori.
    Per quanto concerne i costi, il Consiglio Direttivo nella riunione del 12 luglio u. s. ha approvato l'eliminazione dal tariffario SINAL delle quote relative all'iscrizione nell'elenco e pubblicazione delle prove accreditate per l'accreditamento e il riaccreditamento (. 1.000.000+IVA), ciò comportando per i Laboratori un risparmio dell'ordine del 6 - 7 % sui relativi costi. E' stata altresí abolita la quota prevista per la pubblicazione delle prove in estensione (. 500.000+IVA).


    Luglio 2000

    Aggiornamento ispettori.

    Nella stessa riunione del Consiglio Direttivo è stato deliberato di portare a carico del SINAL i costi di iscrizione sostenuti dagli ispettori tecnici per la partecipazione a corsi di aggiornamento sulle tematiche di loro competenza.
    A tal fine gli ispettori dovranno ottenere la preventiva autorizzazione scritta del SINAL, inviando il programma dettagliato del corso ed i relativi costi.
    Analogo intervento è previsto per gli ispettori di sistema che partecipano a corsi di formazione/aggiornamento sulla nuova norma ISO 17025.


    Giugno 2000

    Transizione alla ISO 17025.

    L'Assemblea generale dell'EA, tenutasi a Parigi il 6-7 giugno, ha approvato all'unanimità la data di termine del periodo di transizione per l'adeguamento ai requisiti della ISO 17025: 1 gennaio 2003.
    Ciò significa che entro il 01-01-2003 tutti i laboratori accreditati dovranno avere ricevuto una visita di valutazione per accreditamento, riaccreditamento o sorveglianza per la verifica della conformità alla nuova norma.


    Maggio 2000

    Nuovi riconoscimenti per i Laboratori Accreditati del settore elettrico.

    La International Laboratory Accreditation Cooperation (ILAC), di cui il SINAL fa parte quale organismo italiano per l'accreditamento di Laboratori di prova, ha da tempo avviato contatti con lo IEC Conformity Assessment Board, finalizzati a promuovere il riconoscimento dell'Accreditamento secondo EN 45001 / ISO17025 ai fini dell'autorizzazione ad operare secondo gli schemi internazionali IECEE CB, IEC Ex, IECQ.
    Uno di questi schemi (IEC Ex) gia' tiene in considerazione l'accreditamento del Laboratorio nell'ambito del processo di approvazione, e l'ILAC sta operando al fine di ottenere riconoscimenti più ampi per i Laboratori Accreditati dagli organismi membri.


    Aprile 2000

    Revisione del DT-0002

    E' stata emessa la revisione 1 del documento SINAL DT-0002 - Guida per la valutazione e la espressione dell'incertezza di misura nelle misurazioni.
    La guida SINAL non intende sostituire la Norma UNI CEI 9, che resta il documento di riferimento; vuole, invece, mettere in luce, brevemente, i metodi di valutazione ritenuti di interesse generale per i Laboratori Accreditati o che chiedono di essere accreditati. Oltre alla guida sono stati redatti numerosi esempi volti ad illustrare l'impiego di tali metodi in diverse aree tecnologiche, che verranno messi a disposizione nella sezione "download".
    In attesa delle copie cartacee che verranno inviate a Laboratori ed ispettori, il file è a disposizione, nella sezione "Documentazione", per il download.


    Aprile 2000

    UNICHIM - Circuito Interlaboratorio

    L'UNICHIM organizza un circuito su analisi di policlorodibenzodiossine (PCDD) e dibenzofurani (PCDF) in matrici ambientali.


    Aprile 2000

    SINAL - Rinnovo delle cariche sociali

    Il 6 aprile si é svolta, presso la sede del SINAL, l'Assemblea dei Soci, che ha provveduto, tra l'altro, alla elezione / approvazione dei nuovi membri del Consiglio Direttivo SINAL.
    Nel corso della successiva riunione del Consiglio direttivo, è stato eletto il Presidente nella persona del Dott. Sergio Allulli, già Direttore del SINAL; sono stati nominati Vicepresidenti l'ing. Monaco (Ministero dell'Industria) e l'ing. Comellini (CEI).
    Il SINAL ringrazia il Presidente uscente, Prof. Luigi Paris, per il decennale contributo fornito, prima come Presidente della Commissione Centrale Tecnica e poi come Presidente del SINAL.
    Bentornato al dott. Allulli ed auguri per la sua nuova carica.


    Aprile 2000

    EPTIS - European Information System on Proficiency Testing Schemes in Testing

    Nell'ambito della concerted action SMT4-CT98-8002 "Information System and Qualifying Criteria for Proficiency Testing Schemes" è stata sviluppata e messa a punto, con l'aiuto finanziario della Unione Europea e con il supporto delle organizzazioni europee EA, EUROLAB e EURACHEM, la banca dati sulle prove valutative interlaboratorio, chiamata " Europen Proficiency Testing Information System - EPTIS".
    Coordinatore della "concerted action" è stato il BAM, che ospita sul suo sito la banca dati.
    I seguenti sedici paesi hanno partecipato alla realizzazione della banca dati: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Norvegia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera.
    EPTIS contiene estese informazioni sulle prove valutative che vengono condotte, su base regolare, nell'Unione Europea. Queste prove valutative (PTS) riguardano vari settori di prova e di analisi chimica.
    La banca dati non prende in considerazione i PTS che vengono effettuati in campo metrologico e clinico.
    Le informazioni inserite nella banca dati sono state fornite dai relativi organizzatori dei PTS mediante i coordinatori nazionali. Le informazioni sono state raccolte tramite l'invio ai coordinatori dei PTS di uno stesso questionario preparato sulla base del documento ISO/IEC Guide 43-1.
    EPTIS è gestita in lingua inglese ed è consultabile al seguente indirizzo: http://www.eptis.bam.de.
    La consultazione è gratuita.


    Aprile 2000

    Convegno SINAL-SINCERT-SIT

    Il 1° Convegno Unificato SINAL-SINCERT-SIT si terrà a Milano, all'Hotel Michelangelo, Via Scarlatti 33, il 5-6 luglio 2000.
    Lo scopo è quello di mettere a confronto le realtà operanti nel Paese (Enti di Accreditamento, Laboratori di taratura, Laboratori di prova e Organismi di certificazione) per favorire, evidenziando le criticità del sistema, il coordinamento tra gli Enti.
    Il Convegno è indirizzato ai soli utenti direttamente collegati al processo dell'accreditamento (Laboratori, Organismi di Certificazione e di Ispezione, Ispettori), con una apertura a coloro che usano l'accreditamento quale strumento tecnico per autorizzazioni, notifiche, etc. (Ministeri, Regioni, Municipalizzate, etc.) o che sono parte molto vicina al processo (ANPA, ARPA, CNR, ENEA, Politecnici, Università, Associazioni di settore).
    Scarica il programma (PDF 52 kB).


    Aprile 2000

    Regione Marche - Finanziamento per l'accreditamento

    Il Bollettino Ufficiale della Regione Marche del 1 marzo 2000, n. 22, pubblica la Legge Regionale 23 febbraio 2000, n.13 Interventi per lo sviluppo della qualià e dell'innovazione nelle piccole e medie imprese.
    Tra gli interventi ammissibili, l'Art. 2 riporta, al punto i), l'accreditamento di laboratori o di organismi di certificazione presso enti nazionali, comunitari o internazionali di accreditamento.
    Il Bollettino Ufficiale Regione Marche è consultabile al seguente indirizzo:www.regione.marche.it/bur/00/indice.html. Nella parte I è riportato il testo della legge regionale, nella parte II gli allegati.


    Marzo 2000

    Ministero delle Politiche Agricole e Forestali: autorizzazioni ai laboratori

    La Gazzetta Ufficiale del 7 marzo 2000, serie generale, pagina 28 pubblica la Circolare 13 gennaio 2000, n. 1: Modalità per il rilascio delle autorizzazioni ai laboratori adibiti al controllo ufficiale dei prodotti a denominazione di origine e ad indicazione geografica, registrati in ambito comunitario.
    "(omissis)... nelle more della designazione dell'organismo responsabile della valutazione e del riconoscimento dei laboratori preposti al controllo ufficiale dei prodotti a denominazione di origine e ad indicazione geografica,.. (omissis) .. si ricodificano le disposizioni e le procedure per il rilascio delle autorizzazioni all'effettuazione delle analisi chimico-fisiche al cui esito positivo è condizionata la rivendicazione di una denominazione di origine o di una indicazione geografica, registrata in ambito comunitario:

    a) i laboratori che intendano effettuare analisi ai fini del controllo ufficiale dei prodotti agroalimentari per i quali è possibile rivendicare una denominazione di origine o una indicazione geografica, registrata in ambito comunitario, devono presentare, a cura dei relativi responsabili, apposita domanda corredata da un certificato di accreditamento, per le singole prove analitiche o per gruppo di prove oggetto della richiesta di autorizzazione, rilasciato da un organismo riconosciuto per la valutazione dei laboratori (norma europea EN 45003);

    I laboratori privati dovranno altresì documentare la loro struttura societaria e indicarne il responsabile legale.

    b) il Ministero delle politiche agricole e forestali, acquisita la documentazione di cui al punto a), provvede all'emanazione del decreto di autorizzazione;

    c) i laboratori già riconosciuti con provvedimento amministrativo del Ministero delle politiche agricole e forestali devono, entro novanta giorni dalla data di pubblicazione della presente circolare, dimostrare, ai fini del mantenimento del riconoscimento, di avere ottenuto l'accreditamento per l'effettuazione di singole prove o gruppi di prove da organismi conformi alla norma europea EN 45003 o di averlo richiesto nei trenta giorni successivi alla predetta data di pubblicazione.

    In assenza, si provvederà alla revoca delle autorizzazioni già rilasciate;

    d) il Ministero delle politiche agricole e forestali puó procedere a verifiche dei laboratori già autorizzati e di quelli richiedenti l'autorizzazione;

    e) la domanda di nuovo riconoscimento ministeriale o di mantenimento di quello già ottenuto, con la relativa documentazione probatoria, va presentata, a cura del responsabile del laboratorio, al Ministero delle politiche agricole e forestali - Direzione generale delle politiche agricole ed agroindustriali nazionali - Div. ex IV Ufficio tutela delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche ed attestazioni di specificità dei prodotti agroalimentari e della politica della qualità - Via XX Settembre n. 20 - 00187 Roma. La domanda deve essere presentata nel rispetto della disciplina fissata dal decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642 (Disciplina dell'imposta di bollo) e successive modifiche.


    Marzo 2000

    Congresso Metrologia e Qualità

    Dal 20 al 22 febbraio 2001 si terrà a Milano, al Centro Congressi Quark, Via Lampedusa 11/A, il 2º CONGRESSO METROLOGIA E QUALITÀ, e la 2ª Mostra di strumentazione e servizi per le misure e per la qualità.


    Marzo 2000

    Expoqualità

    Dal 13 al 16 settembre 2000 si terrà a Parma, presso la Fiera di Parma, EXPOQUALITÀ, mostra di prodotti e servizi per la qualità, i controlli, la sicurezza, la certificazione.


    Gennaio 2000

    Pubblicata la norma ISO 17025

    E' stata emessa la norma ISO/IEC 17025:1999 "General requirements for the competence of testing and calibration laboratories", che ha sostituito la Guida ISO/IEC 25 e sostituirà la norma EN 45001. Le linee guida EA ed ILAC indicano un tempo transizione di due anni prima del recepimento della nuova norma da parte di tutti i Laboratori Accreditati. La ISO 17025 contiene, oltre a nuovi requisiti e possibilità ancora non vigenti per i Laboratori Accreditati SINAL, una serie di indicazioni puntuali di grande ausilio per la corretta impostazione ed attuazione del sistema qualità del Laboratorio. Se ne consiglia pertanto la lettura sia ai Laboratori accreditati, sia a quelli in corso di accreditamento. La norma è disponibile per l'acquisto attraverso i punti vendita UNI.


    Dicembre 1999

    Nuovo Direttore del SINAL

    In data 16 Dicembre il Consiglio Direttivo del SINAL ha accettato le dimissioni presentate dal Direttore dr. Sergio Allulli, attribuendo l'incarico al dr. Paolo Bianco, già Vicedirettore.
    Il dr. Allulli ha diretto il SINAL fin dalla sua fondazione nel 1988.
    A lui va il ringraziamento dei suoi collaboratori e di tutta la comunità dei Laboratori Accreditati.
    Il dr. Allulli continuerà a collaborare con il SINAL fornendo assistenza alla Presidenza dell'organismo.


    Dicembre 1999

    Aggiornato il documento SINAL DG-0003

    E' disponibile la versione aggiornata del documento SINAL DG-0003 che contiene uno schema della convenzione di accreditamento che verrà stipulata tra il SINAL ed il Laboratorio o l'Ente dal quale esso dipende, un volta che il Laboratorio sia stato accreditato. Il documento può essere scaricato dal sito internet del SINAL o richiesto con le modalità indicate nella sezione Documentazione del sito.


    Ottobre 1999

    Riconoscimento dei Laboratori da parte del Consiglio Oleicolo Internazionale

    Il Consiglio Oleicolo Internazionale, con la risoluzione N RIS-2-78-IV/98 ha deciso di concedere o mantenere il suo riconoscimento ai laboratori di analisi chimiche degli oli d'oliva che forniscano, con la richiesta di riconoscimento, ogni indicazione concernente le caratteristiche del laboratorio, le installazioni, le attrezzature, il personale, le attività, la descrizione degli accreditamenti concessi per l'analisi degli oli d'oliva, l'organismo che li ha concessi e la data di tali concessioni, la sottoscrizione, all'occorrenza, a circuiti di prove interlaboratori sugli oli d'oliva.
    Il COI inoltre valuta la competenza dei laboratori nell'applicazione dei metodi raccomandati dalla sua norma commerciale applicabile all'olio di oliva e all'olio di sansa di oliva mediante invio di campioni e valutazione dei risultati forniti.
    Il COI può concedere il suo riconoscimento a titolo provvisorio ai laboratori in corso di accreditamento se forniscono una dichiarazione che hanno iniziato i passi per il loro accreditamento e soddisfano peraltro agli altri obblighi della risoluzione.
    Consiglio Oleicolo Internazionale - Príncipe de Vergara, 154 Madrid.
    Tel. +34 91 59 03 638 Fax +34 91 56 31 263 E-mail: iooc@mad.servicom.es


    Ottobre 1999

    ISO TS 16949 - Requisiti dei laboratori

    L'UNI ha pubblicato il Manuale Pratico: Fornitori del mercato automobilistico - Requisiti particolari per l'applicazione della norma ISO 9001:1994 - Specifica tecnica ISO/TS 16949

    Versione italiana della Specifica Tecnica ISO/TS 16949: "Quality systems. Automotive suppliers. Particular requirements for the application of ISO 9001:1994", rappresenta l'integrazione degli schemi QS-9000 (USA), VDA 6.1 (Germania), EAQF'94 (Francia) and AVSQ'94 (Italia), e dovrebbe progressivamente sostituire questi ultimi come schema di riferimento per la certificazione dei sistemi qualità dei fornitori del settore automobilistico.
    La sua applicazione è finalizzata allo sviluppo di sistemi qualità, basati sulla norma ISO 9001, destinati al miglioramento sistematico nelle fasi di produzione e fornitura di componenti per il mercato automobilistico.
    Il testo di questa Specifica Tecnica è stato preparato dal gruppo di studio International Automotive Task Force (IATF). Commentando i vari punti della norma ISO 9001:1994, riportati integralmente nel documento, fornisce linee guida con lo scopo di sviluppare sistemi qualità applicabili nel settore automobilistico e finalizzati al conseguimento della certificazione.
    Il punto 4.10.6 - Requisiti dei laboratori - richiede la conformità dei laboratori alla ISO 17025 e, per i laboratori indipendenti che forniscono servizi di prova e taratura, l'accreditamento con riferimento alla 17025 o a norma nazionale equivalente (nel caso europeo si tratta della EN 45001).
    Dal database del SINCERT risultano 253 aziende certificate secondo le schema AVSQ '94 e 153 con riferimento al QS 9000, quindi un potenziale mercato di oltre 350 clienti per i Laboratori Accreditati.


    Luglio 1999

    Accreditamento di Laboratori pubblici

    Prosegue l’accreditamento di laboratori di prova del settore pubblico; risultano ad oggi accreditati i Laboratori degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali di Abruzzo e Molise, Lombardia ed Emilia e delle Venezie, Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, Lazio e Toscana, Umbria e Marche, Sardegna, Sicilia; numerose sezioni provinciali delle Agenzie Regionali per l’Ambiente di Val d’Aosta, Toscana, Emilia-Romagna, Veneto, Piemonte; i Laboratori dell’Istituto Sperimentale delle Ferrovie dello Stato e dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato; le Stazioni Sperimentali del Ministero dell’Industria per il Vetro, la Seta, le Conserve alimentari, gli Oli e Grassi, i Combustibili, la Cellulosa e Carta; il Laboratorio prove materiali dell’Istituto Ortopedico Rizzoli; il Laboratorio dell’Istituto Agrario di S. Michele all’Adige; i Laboratori delle Camere di Commercio di Torino, Savona, Arezzo, Foggia, Lecco, Pescara, Roma, Vicenza; i Laboratori dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi del Ministero per le Risorse Agricole di Modena, Milano, Cagliari; il Laboratorio del Servizio Produzioni Animali della Regione Valle d’Aosta, e numerosi altri.


    Ottobre 1998

    Il riconoscimento dell’accreditamento da parte della pubblica amministrazione.

    Ministero Industria. Con la circolare del 31 Luglio 1997 pubblicata sul n. 18 della G.U.R.I. il Ministero dell’Industria inserisce l’accreditamento secondo UNI EN 45001 tra i criteri di valutazione dei Laboratori di prova i cui risultati possano essere riconosciuti idonei ai fini della concessione del marchio di qualità ecologica noto come ECOLABEL. Per la valutazione della competenza tecnica dei Laboratori la circolare prevede verifiche di natura documentale e visite ispettive da eseguirsi da parte dell’Ispettorato Tecnico del Ministero. Secondo la circolare, il possesso di accreditamento per le prove di interesse consentirà all’Ispettorato Tecnico di procedere al semplice accertamento della regolarità formale di tale accreditamento e della sua durata.

    Ministero Politiche Agricole. Per l’autorizzazione ad effettuare le analisi chimico-fisiche valide ai fini della certificazione degli oli di oliva a denominazione di origine, il Ministero ha stabilito che i Laboratori privati debbano aver richiesto l’accreditamento secondo UNI EN 45001. Ciò risulta dalla circolare del 4 Febbraio 1998, pubblicata sul n. 132 della G.U.R.I., che prevede in via prioritaria la concessione delle autorizzazioni ai laboratorio delle Camere di Commercio e a quelli degli enti presso i quali sono state istituite le commissioni di degustazione.
    I Laboratori delle Camere di Commercio hanno da tempo scelto la strada dell’accreditamento: ad oggi risultano accreditati dal SINAL i laboratori delle Camere di Commercio di Torino, Roma, Lecco, Foggia, Pescara, Arezzo e Vicenza.

    Ministero Lavori Pubblici. Gli organismi di certificazione dei prodotti per la segnaletica stradale ed i passaggi a livello si dovranno avvalere di prove eseguite da Laboratori Accreditati secondo la UNI EN 45001. Lo prevede la circolare del 17 Giugno 1998 pubblicata sulla G.U.R.I. n. 168 del 21/07/98.


    Ottobre 1997

    Situazione circuiti interlaboratorio

    In conformità con quanto previsto dalle norme EN 45001 e 45003 il SINAL comincia ad utilizzare per le proprie valutazioni lo strumento dei circuiti interlaboratorio. Nel 1997 sono partite le attività relativamente a due circuiti, uno nazionale organizzato dall’UNICHIM per analisi di acque potabili e due internazionali organizzati dall’APLAC (Asia Pacific Laboratory Accreditation Cooperation, organismo analogo all’ EAL - European cooperation for Accreditation of Laboratories) per prove meccaniche. Su richiesta del SINAL hanno partecipato ai circuiti 17 Laboratori Accreditati ed i risultati delle prove saranno tenuti in conto per il successivo svolgimento della sorveglianza. Entrambi i circuiti sono conformi alle indicazioni della guida EAL-G6.
    Nell’ambito delle attività tecniche di supporto agli accordi di mutuo riconoscimento l’EAL ha inoltre richiesto la partecipazione di Laboratori Accreditati SINAL ad un circuito europeo sulle analisi delle acque organizzato dall’organismo di accreditamento finlandese.


    Ottobre 1997

    Si estende il campo di applicazione degli accordi di mutuo riconoscimento

    Hong Kong. E’ stata emessa il 2 Maggio la Electrical Products Safety Regulation, che dà i requisiti per l’immissione di prodotti elettrici sul mercato di Hong Kong e che prevede l’istituzione di un registro di laboratori autorizzati ad effettuare le prove sui prodotti. I Laboratori italiani accreditati sono potenziali candidati all’iscrizione in tale registro, in virtù dell’accreditamento SINAL riconosciuto dall’HOKLAS (organismo di accreditamento di Hong Kong) nell’ambito dell’accordo multilaterale EAL. Il SINAL ha già provveduto a trasmettere all’HOKLAS l’elenco del Laboratori accreditati per prove elettriche ai fini dell’iscrizione in tale elenco.


    Ottobre 1997

    Trasferimento sede SINAL

    Dopo 9 anni di attività presso la "storica" sede di via Campania il SINAL ha trasferito i suoi uffici. Il nuovo recapito: SINAL - Piazza Mincio,2 00198 Roma - Tel. 06/8841.169 Fax 8841.199. Sono sempre in funzione la casella email info@sinal.it per l’uso in alternativa al fax, e la home page con l’elenco dei Laboratori Accreditati e dei campi di prova www.sinal.it


    Maggio 1997

    Si estende il campo di applicazione degli accordi di mutuo riconoscimento.

    L’Autorità Australiana per le Telecomunicazioni (AUSTEL) ha individuato nel NATA, organismo di accreditamento di laboratori australiano, l’ente nazionale competente per l’accreditamento dei laboratori di prova per prodotti di telecomunicazione secondo gli standard australiani nel settore regolamentato. Verranno pertanto riconosciuti idonei anche i laboratori di prova accreditati per prove secondo le specifiche AUSTEL da tutti gli organismi di accreditamento partecipanti all’accordo di mutuo riconoscimento.


    Maggio 1997

    Il riconoscimento dell’accreditamento da parte della pubblica amministrazione e della grande committenza.

    In base agli orientamenti delle recenti direttive emanate dalla comunità europea che richiedono con sempre maggiore chiarezza l’allineamento ai requisiti delle normative europee serie EN 45000, diverse strutture di prova e certificazione della pubblica amministrazione hanno intrapreso la strada dell’accreditamento. Sono già accreditati SINAL alcune sezioni degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali di Abruzzo e Molise e di Lombardia ed Emilia, diverse Stazioni Sperimentali del Ministero dell’Industria (Conserve Alimentari, Seta, Vetro, Olii e Grassi) e alcuni Laboratori della rete camerale (CCIAA di Torino, Roma, Foggia).
    Anche l’ANPA Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente ha richiesto gli elenchi dei Laboratori accreditati dal SINAL e dagli altri organismi europei inseriti negli accordi di mutuo riconoscimento EAL ai fini dell’individuazione dei laboratori da autorizzare per le attività di prova inerenti all’apposizione delle ecolabel.
    Prosegue la richiesta, da parte della grande committenza pubblica e privata di servizi di prova accreditati. Citiamo a titolo di esempio specifiche FS per pavimenti e pannelli destinati a materiale rotabile che includono il requisito dell’accreditamento SINAL per i laboratori chiamati ad eseguire le prove di tipo.


    Ottobre 1996

    Convegno "I Laboratori di Prova autorizzati dall’ISPESL - Situazione Normativa e Prospettive"

    Le procedure per l’autorizzazione dei laboratori ad eseguire prove meccaniche su materiali per la costruzione di apparecchi a pressione sono state nel tempo adeguate alla nuova situazione legislativa scaturita dall’istituzione dell’ISPESL. Questo il tema di fondo del convegno tenutosi a Milano il 29 Maggio u.s. presso la sede UNI, durante il quale è stata illustrata la struttura della rete di laboratori di prova autorizzati ISPESL ed i contenuti dell’accordo SINAL-ISPESL teso a razionalizzare gli interventi di valutazione della competenza tecnica dei laboratori. Scopo di questo accordo è infatti quello di eliminare la necessità di controlli ripetuti su uno stesso laboratorio da parte di Enti diversi.
    Relatori dell’UNI e del SIT hanno inoltre approfondito gli aspetti della riferibilità delle tarature degli strumenti, con particolare riferimento alla legge n. 273/91 che ha istituito il Sistema Nazionale di Taratura ed alla sua recente attivazione avvenuta con la pubblicazione del D.M. 15/1/96 recante l’elenco ufficiale dei centri di taratura che garantiscono la riferibilità ai campioni metrologici primari.


    Ottobre 1996

    La collaborazione con gli organismi di certificazione

    Anche con il Det Norske Veritas il SINAL ha stipulato un accordo per la gestione congiunta delle visite di valutazione/sorveglianza per quelle aziende od enti che intendono certificare il proprio sistema qualità secondo le norme serie ISO9000 e, contemporaneamente, ottenere l’accreditamento SINAL del laboratorio interno di prova. La gestione congiunta delle visite permette di evitare la duplicazione di quella parte di verifiche comuni sia alla certificazione sia all’accreditamento, ottenendo un risparmio sia in termini di costi sostenuti per le pratiche di accreditamento/certificazione, sia in termini di riduzione del tempo che la struttura deve dedicare a sostenere le visite di valutazione.


    Ottobre 1996

    ILAC ‘96

    La ILAC - International Laboratory Accreditation Conference è la conferenza internazionale permanente degli organismi di accreditamento dei laboratori. Riunitasi per la prima volta a Copenhagen nel 1977, ha lo scopo di promuovere il coordinamento e la armonizzazione delle attività di accreditamento dei laboratori di prova e di taratura di tutto il mondo.
    Alla edizione 1996 tenutasi ad Amsterdam nei giorni 9-13 Settembre hanno partecipato i delegati di oltre 50 organismi di accreditamento di tutto il mondo, che hanno lavorato su temi di comune interesse concernenti la pratica dell’accreditamento: accordi di mutuo riconoscimento; procedure di valutazione; qualificazione degli ispettori; riferibilità delle misure ed incertezza di misura; interazione tra prove, ispezioni e certificazione di prodotto; valutazione di conformità; materiali di riferimento; circuiti interlaboratorio, validazione dei metodi di prova, ecc. Sono stati esaminati anche aspetti legati all’innovazione ed ai cambiamenti in atto nel mondo dell’accreditamento dei laboratori: revisione della Guida ISO 25, presentazione ed interpretazione dei risultati delle prove ad uso forense, ruolo dell’accreditamento dei laboratori negli accordi internazionali per la libera circolazione delle merci.
    Per dare maggior impulso alle attività è stata decisa la creazione di un vero e proprio organismo internazionale di coordinamento, denominato International Laboratory Accreditation Cooperation i cui fini istituzionali, concernenti soprattutto l’armonizzazione delle procedure di valutazione ed il conseguente riconoscimento reciproco dell’accreditamento, sono stati fissati in un memorandum of understanding firmato da 48 organismi di accreditamento.


    Ottobre 1996

    Circuiti interlaboratorio

    Una delle condizioni previste per il mantenimento degli accordi di mutuo riconoscimento dei quali il SINAL fa parte dal 1993 è la partecipazione dei laboratori accreditati a circuiti interlaboratorio. A tal fine la EAL ha costituito un apposito gruppo di lavoro per la individuazione dei circuiti interlaboratorio ritenuti idonei a livello europeo ed internazionale. Un primo gruppo di Laboratori Accreditati SINAL per prove meccaniche è già stato coinvolto per la partecipazione ad un circuito interlaboratorio organizzato dal NATA (organismo di accreditamento australiano partecipante all’accordo di mutuo riconoscimento EAL) con il supporto in Italia del SINAL.


    Ottobre 1996

    Guide UNICHIM per la validazione di metodi analitici

    Sono disponibili presso l’Unichim i manuali "Linee guida per la validazione di metodi analitici nei laboratori chimici" n. 179/1 e 179/2 per la valutazione della ripetibilità di un metodo eseguito in un unico laboratorio con uno/più operatori/strumenti.
    Per informazioni: Unichim tel. 02/76004450 fax. 76014176.


    Ottobre 1996

    Accordi ue - paesi terzi

    Sono stati recentemente siglati due accordi commerciali fra l'Unione Europea da una parte ed Austrialia e Nuova Zelanda dall'altra.
    Come presupposto tecnico per la reciproca accettazione delle certificazioni di conformità riguardanti i prodotti oggetto di tali accordi, viene stabilito che tali certificazioni vengano emesse da organismi accreditati da enti di accreditamento operanti nell'ambito degli accordi di mutuo riconoscimento. Pertanto le prove effettuate dai laboratori di prova accreditati dal SINAL nei pertinenti settori di prova potranno essere riconosciute in Australia e Nuova Zelanda in applicazione degli accordi commerciali con la UE.


    Febbraio 1996

    La collaborazione con gli organismi di accreditamento e certificazione

    Il SINAL ha stipulato accordi di collaborazione con le strutture nazionali di verifica della conformità alle norme della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI EN ISO 9000, al fine di evitare la ripetizione di visite di valutazione sulla medesima organizzazione, nel caso essa richieda allo stesso tempo l'accreditamento e/o la certificazione da parte degli enti firmatari di tali accordi.
    Obiettivo degli accordi è quello di evitare appesantimenti economici e di impegno temporale per le organizzazioni che devono sottoporsi a verifiche multiple sulla propria attività. Tale obiettivo viene raggiunto attraverso la effettuazione congiunta delle visite per la valutazione di conformità alle rispettive normative applicabili da parte di gruppi ispettivi nominati dal SINAL e dall'Ente di Accreditamento / Certificazione.

    SINAL - SINCERT. L'accordo stipulato con il SINCERT (Sistema Nazionale per l'Accreditamento di Organismi di Certificazione prevede la possibilità di una valutazione congiunta di quei Laboratori che richiedono sia l'Accreditamento SINAL, sia l'Accreditamento SINCERT in qualità di Organismo di Certificazione di prodotto.

    SINAL - SIT. E' prevista l'effettuazione di visite di valutazione congiunte per quei Laboratori che richiedono sia l'Accreditamento SINAL sia l'Accreditamento SIT in qualità di Centri di Taratura.

    SINAL - Organismi di certificazione. L'accordo è stipulato, al momento, con i seguenti organismi di certificazione accreditati dal SINCERT: BVQI Italia, CERMET, CERTICHIM, ICILA, ICIM, ICMQ, IGQ, SQP, CSQ, RINA, CERTITEX.

    Anche in questo caso sarà possibile la effettuazione congiunta delle visite di valutazione di aziende che richiedano sia l'accreditamento del Laboratorio interno che la certificazione del proprio Sistema Qualità.


    Febbraio 1996

    La valorizzazione degli accordi di mutuo riconoscimento

    Uno degli obiettivi prioritari della attività SINAL in campo internazionale è stato raggiunto nel 1993 con l'accordo di mutuo riconoscimento con gli omologhi organismi nazionali di accreditamento dei laboratori di prova. L'accordo si è progressivamente allargato ad un totale di 15 organismi di accreditamento, dei quali 3 extra-europei (Australia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Hong Kong, Italia, Irlanda, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Spagna, Svezia e Svizzera).
    Gli accordi siglati dal SINAL assumono una importanza ancora più strategica nel contesto dell'accordo GATT sul commercio mondiale (vedi codice TBT-GATT art. 113), che recepisce l'impostazione comunitaria dell'Approccio Globale e promuove il raggiungimento di tali accordi per favorire la libera circolazione di merci e prodotti a livello internazionale.
    In alcuni casi, il riconoscimento dei Laboratori Accreditati da organismi aderenti a tale accordo è previsto da autorità governative in applicazione di specifici regolamenti e leggi per la immissione di determinati prodotti sul territorio nazionale.

    Hong Kong - Electrical Product Safety Regulation.
    Nell'ambito di questa legge di prossima applicazione (1996), lo Electrical & Mechanical Department del governo di Hong Kong ha richiesto al SINAL l'elenco e gli specifici settori di prova dei laboratori italiani accreditati per prove su apparecchiature elettriche per uso domestico.

    Hong Kong - Consumer Goods Safety Ordinance & Toys and Children's Product Ordinance.
    Si tratta di due leggi già in vigore, nelle quali si richiede che la conformità dei prodotti immessi sul mercato di Hong Kong debba essere attestata da un "Approved Laboratory". Fra gli "Approved Laboratories" sono compresi anche tutti i laboratori di prova riconosciuti dall'HOKLAS in virtù degli accordi di mutuo riconoscimento stipulati dallo stesso HOKLAS (Organismo di accreditamento dei laboratori di Hong Kong) con gli altri organismi nazionali di accreditamento.

    Australia. - Building Code of Australia.
    Il governo australiano, in applicazione della legge sui prodotti da costruzione, richiede che le prove di resistenza al fuoco vengano effettuate da Laboratori Accreditati dal NATA (organismo di accreditamento australiano) o da altri organismi nazionali che abbiano stipulato accordi di mutuo riconoscimento con il NATA.

    Svizzera. - Federal Inspectorate for Heavy Current Installations.
    Anche l'autorità federale deputata alle autorizzazioni per l'apposizione del marchio svizzero di sicurezza S+ accetta i rapporti di prova emessi da laboratori che rientrano negli accordi di mutuo riconoscimento.

    Su richiesta delle competenti autorità estere il SINAL ha già inviato gli elenchi dei laboratori accreditati italiani operanti nei vari settori. A tale proposito il SINAL potrà invitare i laboratori interessati a fornire una versione in lingua inglese dell'elenco prove accreditate.


    Febbraio 1996

    Il riconoscimento dell'accreditamento da parte della pubblica amministrazione e delle grandi aziende

    L'accordo SINAL- ISPESL. L'avvenimento più significativo derivante dalla crescente attenzione della Pubblica Amministrazione nei confronti dell'accreditamento è rappresentato dall'accordo di collaborazione fra SINAL ed ISPESL (Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza del Lavoro) ai fini della autorizzazione, da parte dell'ISPESL, di laboratori di prova allo svolgimento di prove meccaniche con le modalità previste dalla raccolta M dell'ISPESL ex DM 21/XI/72. In base a tale accordo, l'ISPESL utilizzerà per i propri fini autorizzativi le risultanze delle visite di valutazione effettuate dal SINAL ai Laboratori Accreditati per lo svolgimento delle prove suddette.
    L'accordo SINAL - ISPESL è il primo esempio di riconoscimento da parte di un Ente pubblico autorizzativo italiano dei laboratori accreditati dal SINAL, e rappresenta un passo significativo verso la progressiva eliminazione della necessità di effettuare controlli ripetuti sullo stesso laboratorio da parte di Enti diversi.

    Le amministrazioni locali. L'interesse delle amministrazioni pubbliche locali verso l'accreditamento è dimostrato da un lato attraverso l'approvazione di leggi regionali che stanziano finanziamenti a favore dell'introduzione e della certificazione di sistemi qualità aziendali (in alcuni casi tali leggi sono applicabili anche all'accreditamento dei laboratori), dall'altro mediante leggi e regolamenti promulgati da amministrazioni provinciali e regionali, che prevedono di affidare lo svolgimento di prove nel settore ambientale a laboratori accreditati.
    In questo contesto è da segnalare l'intervento della Regione Veneto, che ha approvato il 30/03/95 una integrazione alla legge del 16/04/85 n. 33, in tema di tutela dell'ambiente, nella quale (art. 9) si prevede esplicitamente l'accreditamento ai sensi delle norme EN 45000 dei laboratori privati "...per lo svolgimento delle analisi fisiche, chimiche e biologiche delle emissioni, degli scarichi, dei rifiuti e dei residui riutilizzabili...".

    La grande committenza. A livello nazionale sono soprattutto i grandi committenti pubblici e privati, dal settore dei trasporti a quello energetico, a quello delle telecomunicazioni, che richiedono nei capitolati d'appalto la sussistenza di garanzie sulla qualità delle prove svolte nei laboratori facendo esplicito riferimento alla conformità degli stessi alla norma EN 45001.
    Ad esempio IRICAV UNO, consorzio di aziende appaltatrici dei lavori per la realizzazione delle nuove linee ferroviarie ad alta velocità, pone l'accreditamento SINAL come requisito di prequalificazione per l'assegnazione di appalti a laboratori di prova.